giovedì 2 gennaio 2020

Gli auguri dalla nostra Presidente Nazionale

Buon anno! Un bilancio e un auspicio

La notte di Capodanno è momento di bilanci. Anche se ci si ripromette di non farli, alla fine siamo tutti tentati (chi più e chi meno)  di ripensare all’anno trascorso e a tutto ciò che è avvenuto.
Come potremmo non farlo come Anpi, la nostra casa comune? Ed ecco che il pensiero corre ai tanti episodi che hanno caratterizzato il nostro impegno. Prima di tutto i due incontri che abbiamo avuto con il Presidente della Repubblica. Che ci ha ricevuto con molto affetto e disponibilità, sia quando gli abbiamo consegnato le firme che 23 tra associazioni, sindacati e partiti abbiamo raccolto per chiedere lo scioglimento delle formazioni neo-fasciste, che quando siamo tornati da soli per tornare sul tema della difesa della democrazia.
E poi i mille incontri, manifestazioni, conferenze,  a cui abbiamo partecipato, in ogni parte d’Italia, per portare avanti, con inflessibile impegno, i valori che ci hanno trasmesso i partigiani.
Dalla manifestazione antifascista di Prato, al prezioso incontro con il cardinale Zuppi a Bologna, alle tante e tante fabbriche e scuole che abbiamo visitato, per discutere con gli operai e gli studenti, sui valori dell’antifascismo e della democrazia e per illustrargli.
Al centro, sempre, la Costituzione Italiana, nata dalla Resistenza.  
L’emozione più grande, devo dirlo, è però stata quella di piazza San Giovanni di Roma, alla grande manifestazione delle “sardine”. Vedere dal fortunoso palco (su cui ero salita con il prezioso sostegno dei militanti Anpi di Roma) migliaia e migliaia di giovani che alzavano in alto il libretto della Costituzione italiana, è stata una gioia indescrivibile.
È questa la strada che, con l’impegno quotidiano, dobbiamo riprometterci di continuare a percorrere in futuro: far conoscere ai giovani la Costituzione Italiana.
Trasmettere valori e memoria.
Tutto ciò ci ripaga anche delle tante delusioni; della brutta mozione del Parlamento Europeo, poi, per fortuna, criticata anche dal suo presidente; del razzismo e della violenza sparsi a piene mani sui social, dell’indifferenza di tanti.
A questi mali vogliamo rispondere non solo con le nostre parole, ma soprattutto con quelle dei partigiani ancora con noi. Con la costruzione di un grande archivio della Memoria a cui stanno lavorando Gad Lerner, Laura Gnocchi e tanti altri giornalisti. Tutti a titolo di completo volontariato.
Dobbiamo e vogliamo fare presto. E tutte le nostre sezioni sono impegnate in tal senso.
Certo, quest’anno si chiude con tanti dolori. Le partigiane e i partigiani che se ne sono andati. Sono tutti nel mio cuore, ma purtroppo non posso ricordarli tutti. E allora, per tutti, ricordo Marisa Ombra, la nostra amata vice-presidente, la giovanissima staffetta partigiana delle Langhe, la paladina dei diritti e della storia delle donne.
E Luigi Giannattasio, presidente dell’Anpi di Salerno, della generazione successiva ai partigiani, che ci ha lasciato dopo lunga malattia. 
Al loro posto altre e altri subentreranno. Sarà così per noi e per chi verrà dopo di noi.
Il 2020 sarà il 75° anniversario della Liberazione.
Intendiamo onorario al meglio: con l’ottima notizia dell’avvio della realizzazione del Museo Nazionale della Resistenza a Milano e con la nostra Festa Nazionale.
Infine un ringraziamento alla nostra “famiglia”: la redazione di Patria Indipendente e il suo direttore Gianfranco Pagliarulo, che, con ammirevole impegno, si adoperano ogni giorno per rendere sempre più aggiornata, approfondita e utile l’informazione del giornale.
Buon Anno,  care lettrici e lettori. 
Buon Anno, cara Anpi.
Sempre e per sempre dalla parte della libertà, della giustizia sociale, della pace.

venerdì 22 novembre 2019

Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne

La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne è una ricorrenza istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione  del 17 dicembre 1999 che ha designato il 25 novembre come data della ricorrenza.
Questa data fu scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leònidas Trujillo, il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel caos per oltre 30 anni. Il 25 novembre 1960, infatti, le sorelle Mirabal, mentre si recavano a far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio di informazione militare. Condotte in un luogo nascosto nelle vicinanze furono stuprate, torturate, massacrate a colpi di bastone e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio, a bordo della loro auto, per simulare un incidente.

martedì 19 novembre 2019

50° anniversario di Piazza Fontana

La sezione Anpi "Carlo Chiappa" organizza la terza Serata di Cultura antifascista.
Saverio Ferrari,
ricercatore storico e fondatore dell' Osservatorio Democratico sule Nuove Destre di Milano, presenterà il suo nuovo libro dossier "La strage di Piazza Fontana" uscito il 1°novembre us. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la Fondazione Baglio, Spi Cgil e Binario 8 di Vittuone e l'associazione Storicamente/Museo della Memoria Storica "Leopoldo Fagnani" di Sedriano.
Lo scopo è ricordare il 50esimo anniversario di quella che fu la "Madre di tutte le Stragi" : il 12 dicembre 1969 all'interno della Banca Nazionale  dell' Agricoltura di Piazza Fontana in Milano alle ore 16.37 esplose una bomba che qualcuno aveva portato racchiusa dentro una valigetta e depositata nella sala principale dove si trovavano numerosi clienti in gran parte piccoli agricoltori. Morirono sul colpo 13 persone (i morti alla fine furono 17) e vi furono 88 feriti. Fallito un secondo attentato alla sede della Banca Commerciale in Piazza della Scala.
Vennero dapprima incolpati gli anarchici milanesi
(Valpreda e Pino Pinelli che mori' dopo essere stato illegalmente trattenuto presso la Questura di Milano). Ma poi fu appurato che l'attentato era avvenuto per mano di elementi neofascisti di Ordine Nuovo e su commissione di organi deviati dello Stato e di servizi segreti internazionali con l'intento di avviare quella che fu denominata la Strategia della tensione.
Ancora oggi i familiari delle vittime chiedono verità e  giustizia.
La serata Anpi si svolgerà ancora nello stesso ambito dove si trova il Museo della Memoria Storica dedicato alla figura del Partigiano sedrianese Leopoldo Fagnani che nacque e visse nelo stesso cortile , nel quale fu catturato dalla polizia fascista il 10 agosto 1944 per essere trucidato nella notte del 31 agosto 1944 nei pressi della Certosa di pavia.
                                                                           Al termine sarà offerto un dessert a tutti i partecipanti.

sabato 12 ottobre 2019

Milano scende in piazza al fianco del popolo curdo!


La Turchia ha invaso il nordest della Siria.
Mentre il presidente Trump volta le spalle al popolo curdo, che in questi anni è diventato simbolo mondiale di Resistenza e sconfitto l'Isis in un Paese martoriato dalla guerra sacrificando tantissime vite, Erdogan invade Rojava, la regione curda siriana. Le parole del presidente americano usate per giustificare l'invasione turca offendono il popolo curdo e il ricatto di Erdogan - che minaccia di utilizzare i profughi come arma per costringere l'Europa a non intervenire - è meschino. Tutto questo deve essere fermato!

L'Italia, l'Europa e gli organismi internazionali non possono restare indifferenti: si metta in campo ogni sforzo possibile per bloccare l'invasione della Turchia in Siria. Fermatevi!

📍 Lunedì 14 ottobre faremo sentire forte la nostra voce sotto al Consolato di Turchia. Appuntamento alle ore 18 in via Antonio Canova 36, Milano.

Hanno aderito (in aggiornamento):
Acea Onlus
Acli Milano
Aned
Anolf Lombardia
Anpi Barona Milano
Anpi Milano
Anpi Monza e Brianza
Arci Lombardia
Arci Milano
Arcigay Milano
Articolo Uno Milano
Articolo21
Associazione Enzo Tortora Radicali Milano
Associazione Per i Diritti umani
Cellula “Mao Zedong” di Milano del Partito Marxista-Leninista Italiano
CGIL Milano
Cisl Milano
Circolo dei Giovani Socialisti Anna Kuliscioff - Milano
Comitati azione Civile Città Milano Metropolitana
Comunità curda milanese
Confederazione Grande Nord
Cub confederazione unitaria di base Milano
Donne Democratiche Di Milano Metropolitana
Dynamoscopio
èViva Milano
Festival dei Diritti Umani
Giovani Democratici Milano Metropolitana
Giovani Democratici di Monza e Villasanta
Grande Nord Lombardia
Gruppo Quartiere Suffragio di Milano
I Sentinelli di Milano
La Fabbrica della Città
Legambiente
Milano in Comune - Sinistra e Costituzione
Milano Progressista
Milano Rainbow District
Movimento Milano Civica - MMC
Movimento SocialDemocrazia
Onde Rosa
Partito della Rifondazione Comunista Federazione di Milano
Partito Socialista Italiano
PD Milano Metropolitana
Più Europa Milano
Pro Lombardia Indipendenza
Radicali Italiani
Servizio Civile Internazionale - Lombardia
Sinistra Italiana
Sinistra per Milano
UIL
Unisì
Verdi Milano

Le nostre prossime iniziative


martedì 17 settembre 2019

Ricordare "Poldino" e gli altri

Programma celebrazione anniversario dell'assassinio dei 5 Partigiani in località Cassinino di Pavia e Torriano di Certosa di Pavia il 31 agosto 1944



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...